Fattori di rischio per le pietre renali

Il più grande fattore di rischio per le calcoli renali sta facendo meno di un litro di urina al giorno. Ecco perché i calcoli renali sono comuni nei neonati prematuri che presentano problemi renali.

Le pietre renali si presentano più probabilmente tra i 20 ei 40 anni. Fatti diversi possono aumentare il rischio di sviluppare una pietra. Tipicamente, i caucasici hanno maggiori probabilità di avere calcoli renali rispetto agli afro-americani. Il sesso gioca anche un ruolo, con più uomini rispetto alle donne che sviluppano calcoli renali, secondo l’Istituto Nazionale del Diabete e delle Malattie del Digestivo e del Rene (NIDDK). Una storia di calcoli renali può aumentare il rischio, così come una storia familiare di calcoli renali.

Altri fattori di rischio includono:

  • disidratazione
  • obesità
  • Alimenti ad alto contenuto proteico, sale o glucosio
  • Condizioni iperparatiroidiche
  • Chirurgia di bypass gastrico
  • Malattie infiammatorie intestinali che aumentano l’assorbimento del calcio
  • Prendendo farmaci come diuretici, farmaci anti-sequestri e antiacidi a base di calcio